Inizio pagina Salta ai contenuti

Comunità Montana della Lessinia

Provincia di Verona - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Marzo  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
             

Baite, Mulini e Pievi

Baito di Corbiolo Corbiolo (Bosco Chiesanuova)
Si tratta di un edificio completamente ristrutturato che conserva l'antica attrezzatura per la lavorazione del latte e la produzione del formaggio.

Baito della Colletta (sezione staccata del museo di Bosco Chiesanuova)
Località Colletta (Bosco Chiesanuova)
Il Baito era un edificio adibito alla lavorazione del latte degli abitanti della zona. Restaurato di recente, esso conserva tutta l'attrezzatura per la produzione di burro e formaggio secondo i metodi tradizionali.

Mulino di Bellori Località Bellori (Grezzana)
Trattasi di un mulino ad acqua del XVI secolo recuperato e ora perfettamente integro nella sua struttura originale e ancora funzionante. Attualmente il mulino è chiuso per restauro.

Pieve di San Giorgio
San Giorgio di Valpolicella (Sant'Ambrogio di Valpolicella)

Pieve di San Martino a Negrar
E' nominata per la prima volta in un documento del 1067. Di quell'antica chiesa, forse distrutta da terremoto del 1117, non si è conservato nulla. Della chiesa romanica, costruita successivamente, rimane invece il bel campanile in tufo, finemente lavorato. Sul lato meridionale il campanile reca incisa una lunghissima iscrizione in lingua latina, la nota "carta lapidaria", che riporta una serie di contratti stipulati dalla pieve di Negrar. E' datata al 1166 circa. All'interno della chiesa è conservata una serie di interessanti tele seicentesche e settecentesche. L'edificio attuale fu riedificato quasi interamente tra il 1807 e il 1809.

Pieve di San Pietro ad Arbizzano
La chiesa di Arbizzano, dedicata a San Pietro, è di origini antichissime. Sul primitivo tempio cristiano (forse del V secolo d.C.) venne edificata la chiesa romanica (XI secolo), di cui oggi rimane lo stupendo portale con tralci di vite e la famosa "doppia crocifissione", lastra di marmo bianco sulle cui facce è raffigurata a bassorilievo la crocifissione. La chiesa attuale risale alla fine del '600 e contiene altre interessanti opere d'arte: un trittico-reliquiario della metà del '300, recentemente restaurato, il fonte battesimale, anch'esso del Trecento, e una vasta tela secentesca, collocata nell'abside dietro l'altare e attribuita al veneziano Pietro Negri. Di particolare rilevanza le sculture settecentesche conservate all'esterno e all'interno della chiesa. Le prime sono attribuite a Lorenzo Muttoni, le altre al figlio Pietro. Il raffinato trittico sul primo altare di sinistra, raffigurante San Giuseppe tra San Rocco e San Sebastiano è invece opera di Giuseppe Antonio Schiavi. Al periodo romanico risale anche l'edificio adiacente la chiesa, probabilmente dimora dei preti della collegiata di Arbizzano. Ora è occupato dalla canonica.

P.zza Borgo, 52 - 37021 Bosco Chiesanuova (VR)
Cod.Fisc. 00574320230
segr@lessinia.verona.it PEC: cm.lessinia@legalmail.it